Possibilità di adottare un monumento

restart campania

UNA NUOVA MODALITA’ PER RECUPERARE IL NOSTRO PATRIMONIO TERRITORIALE

28 luglio 2014. Immaginiamo l’esistenza di un portale del Ministero dei beni culturali che dia la possibilità di adottare un bene comunale di valore artistico o archeologico del proprio territorio. Immaginiamo, ora, di trovare tutte le informazione necessarie, chiare e dettagliate, riguardo i responsabili dei fondi, le ditte coinvolte e i mezzi per procedere con l’affidamento del bene attraverso un sito internet. I parlamentari a 5 stelle hanno trasformato questo sogno in realtà grazie ad una norma (1) a prima firma di Luigi Gallo (Deputato M5S)!

Mettere in primo piano strutture e siti del proprio patrimonio territoriale deve essere lo scopo di ogni cittadino, ente o istituzione. In questo modo potremo riscoprire e valorizzare un bene pubblico con la finalità di renderlo utile per l’intera comunità.

Ad oggi purtroppo il Governo non ha ancora attuato a livello nazionale quanto previsto dalla legge introdotta su proposta di Luigi Gallo. Ma questo non ha fermato gli attivisti M5S che hanno realizzato una piattaforma a livello regionale, la piattaforma RestART Campania (2) portando così ad una prima mappatura dei Beni Culturali dimenticati nella Regione Campania I primi siti inseriti sono stati:

  • Palazzo Fuga di Napoli
  • Villa Sora di Torre del Greco
  • Villa di Lucius Crassius Tertius di Torre Annunziata

Gli attivisti che aderiscono al progetto 5 stelle RestART Campania cosa fanno nel concreto?

Individuano nell’ambito del proprio territorio l’eventuale presenza di siti archeologici e strutture di chiaro interesse storico-culturale-paesaggistico che versano in pessime condizioni, auspicandone la riqualificazione.

Una volta individuato il sito o la struttura come si procede?

Dopo aver analizzato la provenienza storico o il vincolo paesaggistico si realizza un video denuncia.

RestART Campania cosa farà del video?

Il video, in formato dvd, verrà consegnato allo staff promotore del progetto che si preoccuperà di caricarlo nel canale Youtube di RestART e nella piattaforma internet ufficiale di RestART Campania (3)

Quali sono le finalità del progetto?

  • Riscoprire e rispolverare strutture o siti dimenticati dalle istituzioni, cercando di sottolineare il mancato sfruttamento turistico ed occupazionale del territorio;
  • Richiedere grazie a delle progettualità europee la riqualificazione dei rispettivi territori;
  • Cercare di creare un nuovo indotto turistico che vada oltre le città campane, coinvolgendo l’intera regione, ricca di immensi e certificati tesori nascosti.(5)

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto inoltre l’introduzione del “crowdfunding”.

Il termine anglofono racchiude l’idea di creare pagine web dove ogni opera, ente o fondazione abbia una sua scheda tecnica nella quale venga descritto il progetto da eseguire, i fondi richiesti, la storia, i finanziatori che hanno contribuito. Infine, dopo essersi documentato, il cittadino potrà donare una somma di denaro tramite pagamento on line, ricevendo in cambio una ricevuta che potrà essere presentata nella dichiarazione dei redditi.

FONTI

(1) Norma approvata a prima firma di Luigi Gallo

(2) RestART Campania

#risultatiM5S

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...