Decreto Emilia approvato alla Camera

terremoto

UN PRIMO AIUTO ALLE VITTIME DEL SISMA E DELLE ALLUVIONI

12 giugno 2014. È passato alla Camera il c.d. Decreto Emilia (Decreto Legge 74/2014) volto ad aiutare persone e aziende vittime del sisma e delle alluvioni verificatisi tra il 17 ed il 19 gennaio 2014. Il testo passa ora al Senato per la discussione e l’approvazione definitiva.

Il voto del Movimento 5 Stelle è stato favorevole dopo che la maggioranza ha accettato di introdurre alcuni miglioramenti. Rimane comunque la consapevolezza che, per riportare questi territori alla normalità, resti ancora molto da fare.

MUTUI SOSPESI PER I TERREMOTATI E PER LE AZIENDE

La prima vittoria del Movimento 5 Stelle, ottenuta nel decreto, è stata la sospensione dei mutui – almeno fino al 31 dicembre del 2015 – per le case inagibili senza costi aggiuntivi. I maggiori interessi maturati saranno credito di imposta. E’ il minimo dovuto a chi ora è fuori casa, costretto a vivere nella precarietà di una sistemazione provvisoria.

Grazie alla collaborazione con la maggioranza è stata fatta chiarezza sulle rate previste per il rimborso dei mutui accesi per il pagamento delle tasse da parte delle imprese terremotate. Con l’approvazione del decreto saranno sospese per un anno (è già un risultato, anche se la nostra richiesta era una sospensione di due anni).

terremoto emilia

FONDAMENTALI LE MODIFICHE APPORTATE DAL M5S PER LE MODALITA’ DI ATTUAZIONE DEL DECRETO

Durante i lavori in Commissione il Movimento 5 Stelle è riuscito a far inserire diverse norme per le modalità di attuazione del decreto. Tra i punti approvati di maggiore importanza:

  • è stata introdotta una norma che impedisce che la ricostruzione venga effettuata in aree a rischio;
  • viene prevista la creazione di un fondo per le emergenze;
  • sono previsti finanziamenti per le reti di monitoraggio utili per prevenire eventi calamitosi, misura che il Movimento 5 Stelle aveva già richiesto a marzo attraverso una mozione al Governo.

ERRANI E RENZI NON MANTENGONO LA PROMESSA, LE AZIENDE TERREMOTATE TASSATE COME SE NULLA FOSSE ACCADUTO

Ad avviso del Movimento 5 Stelle era doveroso applicare alle aziende colpite dal sisma una fiscalità di vantaggio, ma questo non è avvenuto.

Vasco Errani (Commissario delegato alla ricostruzione) si era impegnato in tal senso e Matteo Renzi stesso si era reso disponibile, ma forse era il clima pre-elettorale che influiva nell’esternare promesse.

Non è accettabile che le piccole imprese colpite dalle calamità siano costrette a versare allo Stato le tasse come se nulla fosse successo.

Qui sotto la dichiarazione di voto del Deputato M5S emiliano Vittorio Ferraresi, che ha seguito da vicino la tragedia che ha colpito la sua terra:

 

FONTI

Resoconto di tutte le dichiarazioni di voto dei deputati sull’approvazione del Decreto Emilia

Testo definitivo approvato alla Camera dei deputati il 12 giugno 2014

 

PER RIMANERE AGGIORNATI

Segui l’esame del Decreto Emilia al Senato

 

#risultatiM5S

Annunci